Descrizione percorsi

I percorsi hanno l’obiettivo di mettere in mostra una realtà paesaggistica e culturale unica sulle Alpi nel suo genere.
La partenza dei vari percorsi nel 2019 avverrà da GressoneySaint-Jean.
Il TRAIL 114 KM ha un dislivello positivo di 8240 m e coinvolge un suggestivo itinerario che abbraccia le valli di Gressoney e Ayas.
Il TRAIL 50 Km ha un dislivello positivo di 3940 m e offre ai partecipanti una cornice incomparabile sul Monte Rosa.
Il TRAIL 20 Km ha un dislivello positivo di 850 m si sviluppa tra i due comuni di Gressoney e attraversa alcune tra le più belle frazioni walser della zona. Il tracciato non competitivo dell’ECO TRAIL segue lo stesso itinerario del Trail da 20 km.

TRACCIATI SU GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

 

                                             

 

 TRAIL 114 km

Visualizza a schermo intero

TRACCIA GPX

Tempo massimo 40 ore

Partenza alle 19.00 di venerdì 26 luglio in punto dalla bella piazza di Gressoney-Saint-Jean; si raggiunge in breve l’attacco del sentiero dove inizia la prima salita che condurrà i concorrenti al rifugio Ospizio Sottile posto sul Colle Valdobbia a quota 2488, breve scollinamento in Piemonte, con un piccolo tratto esposto, ma presidiato, per raggiungere il Passo di Valdobbiola a2635 metri. Lunga discesa, a tratti tecnica, fino all’abitato di Rong, 1500 metri, e poi bel mangia e bevi fino alle prime case di Gressoney-La-Trinité, 1600 metri, dove con una decisa svolta a destra si imbocca il sentiero per il vallone del Netscho che seguiremo fino al muro di contenimento dello sbarramento artificiale del lago Gabiet, 2400 metri. Passando in sinistra orografica faremo il periplo di tutto il lago per arrivare al rifugio del Gabiet e riprendere a salire, dolcemente, verso la cima Coppi della gara posta ai 3000 metri del Colle della Salza. Bella discesa nell’omonimo vallone con sulla nostra destra i magnifici ghiacciai del Monte Rosa fino ad arrivare all’abitato di Staffal dove, superato il ponte della strada regionale, svolteremo a destra e, dopo una cinquantina di metri, a sinistra per imboccare la pista sterrata che ci porterà nel magnifico pianoro di Sant Anna a 2100 meri. Si supera l’arrivo della funivia della Monterosa Ski, si punta verso la chiesetta bianca e si inizia a scendere verso Gressoney-La-Trinitè fino ad arrivare nella piazzetta centrale.

PRIMO CANCELLO ORARIO A GRESSONEY-LA-TRINITE’ (36 km. 3059 D+) entro le ore 08.00 di sabato 27 con uscita obbligatoria entro le 08.30

Piccolissimo tratto sulla strada asfaltata e poi stupendo single track mai troppo ripido che ci porterà nel cuore walser di Gressoney toccando i villaggi di Alpenzù Piccolo prima ed Alpenzù Grande poi; da qui svoltiamo decisamente a destra sul sentiero dell’alta via nr. 1 inoltrandoci nel Vallone del Pinter fino a raggiungere l’omonimo Colle posto a 2776 metri di quota. Entriamo nella Valle d’Ayas con una discesa, a tratti molto tecnica, raggiungendo dapprima il rifugio Cunéaz, 2040 metri, poi Frantzé, 1890 metri, quindi, con vari saliscendi nel Vallone di Contenery, l’alpe Cazet, 2240 metri, e, prendendo il sentiero del Tour del MonteRosa (TMR), il Lago Ciarcerio, 2380 metri, Alpe Mandria fino all’abitato di Resy, 2080. Ripida discesa nel bosco che ci condurrà sulla strada regionale in località Saint-Jacques a 1700 metri per poi risalire nel Vallone di Nana fino al Lago Lo Scien, 2290 metri, e riprendere a scendere verso Champoluc passando l’Alpe Chavanna, 2020 metri, e Mandriou, 1850 e costeggiando l’Evançon arrivare alla base vita di Champoluc a 1580 metri di quota.

SECONDO CANCELLO ORARIO A CHAMPOLUC (67 km, 5306 D+) entro le ore 18.30 di sabato 27 con uscita obbligatoria entro le 19.00

All’uscita della base vita si sale al villaggio di Mascognaz, altra perla walser che potrete ammirare, risalendo tutto il vallone per ripiegare a destra nella parte finale e raggiungere il Colle Palasinaz a quota 2700. Dal Colle, spaziando con la vista sugli innumerevoli laghetti presenti, si scende dolcemente fino a raggiungere il Rifugio Arp, 2425 metri, e alternando sterrato e single track si scende decisamente fino a Brusson passando per gli alpeggi di Lavassey, 2020 metri, e Pacard fino al ponte sul torrente Messuere e in breve alle vecchie scuole di Brusson a quota 1400.

Attraversato il villaggio di Brusson ci si dirige verso Est per imboccare il sentiero che, raggiunto il ponte sul torrente Messuere si prende il sentiero che porta agli alpeggi Pacard e Lavassey (quota 2020). Da qui una comoda poderale conduce al Rifugio Arp nella conca dei Laghi Palasinaz (quota 2446). Raggiunti i primi laghi si devia in direzione del Colle Palasinaz a quota 2660 per poi scendere a Champoluc attraverso la valle di Mascognaz e l’omonimo villaggio. Passato il centro del villaggio di Champoluc (quota 1580), si risale brevemente il sentiero verso la località Crest per poi deviare in discesa lungo la poderale che conduce alla località Villy e al punto di accoglienza di Monterosaterme.

TERZO CANCELLO ORARIO A BRUSSON (86 km, 6693 D+) entro le ore 02.00 di domenica 28 con uscita obbligatoria entro le 02.30

In uscita da Brusson si prosegue fino all’abitato di Vollon dove attraversato l’Evançon si scende, in destra orografica, costeggiando dapprima il laghetto e poi con sterrato fino alla frazione di Arcesaz a 1150 metri; attraversata la strada regionale si riparte per l’ultima salita impegnativa che ci porterà ai piedi del castello di Graines, 1390 metri, in località Chancharlec a quota 1750 e con un single track nel bosco si raggiungeranno i due laghi di Frudière a 2039 per poi, finalmente, raggiungere il Passo di Frudière a quota 2265. Ritorniamo in Valle di Gressoney scendendo lungo il Vallone della Forka fino al villaggio di Rong, 1350, e alla frazione Trino a 1268. Ultimi chilometri in leggera salita tra single track e un po’ di asfalto per raggiungere il tanto agognato traguardo posto presso il palazzetto dello sport di Gressoney-Saint-Jean

ARRIVO A GRESSONEY-SAINT-JEAN (114 km, 8200 D+) entro le ore 11 di domenica 28 luglio

TRAIL 50 km

Visualizza a schermo intero

TRACCIA GPX

Tempo massimo 15 ore

Partenza alle 08.00 di sabato 27 luglio dalla piazza di Gressoney-Saint-Jean; si raggiunge in breve l’attacco del sentiero dove inizia la prima salita che condurrà i concorrenti al rifugio Ospizio Sottile posto sul Colle Valdobbia a quota 2488, breve scollinamento in Piemonte, con un piccolo tratto esposto, ma presidiato, per raggiungere il Passo di Valdobbiola a 2635 metri. Lunga discesa, a tratti tecnica, fino all’abitato di Rong, 1500 metri, e poi bel mangia e bevi fino alle prime case di Gressoney-La-Trinité, 1600 metri, dove con una decisa svolta a destra si imbocca il sentiero per il vallone del Netscho che seguiremo fino al muro di contenimento dello sbarramento artificiale del lago Gabiet, 2400 metri. Passando in sinistra orografica faremo il periplo di tutto il lago per arrivare al rifugio del Gabiet. Da qui sale ancora fino a raggiungere il torrente Moos e poi, attraversato il bel ponticello in pietra, si svolta a sinistra e si inizia la bella discesa della balconata del Lavets che ci porterà in località Staffal dove, superato il ponte della strada regionale, svolteremo a destra e, dopo una cinquantina di metri, a sinistra per imboccare la pista sterrata che ci porterà nel magnifico pianoro di Sant Anna a 2100 meri. Si supera l’arrivo della funivia della Monterosa Ski, si punta verso la chiesetta bianca e si inizia a scendere verso Gressoney-La-Trinitè fino ad arrivare nella piazzetta centrale.

Piccolissimo tratto sulla strada asfaltata e poi stupendo single track mai troppo ripido che ci porterà nel cuore walser di Gressoney toccando i villaggi di Alpenzù Piccolo prima ed Alpenzù Grande poi; lasciamo le splendide architetture walser di Alpenzù Grande e con una ripida, ma bella, discesa arriviamo nel fondovalle in frazione Chemonal dove, imboccato il sentiero della “Passeggiata della Regina”, raggiungiamo in breve nuovamente Gressoney-Saint-Jean ed il laghetto di Gover, 1300 metri, per passarlo ed imboccare la ripida mulattiera che ci farà raggiungere l’Alpe Staller a 2000 metri, ed infine al Colle Ranzola, spartiacque con la Valle d’Ayas posto a 2200 metri circa. Bellissima discesa tra i pascoli di Ranzola e nel bosco dietro il Castel Savoia per rientrare in breve all’arrivo posto presso il palazzetto dello sport di Gressoney-Saint-Jean.

ARRIVO A GRESSONEY-SAINT-JEAN (50 km, 4600 D+) entro le ore 22 di sabato 27 luglio

Trail 20 Km e Ecotrail


Visualizza a schermo intero

TRACCIA GPX

L’Eco Trail è una gara non competitiva aperta a tutti, a differenza del Trail. Il Trail 20 Km e l’EcoTrail seguono lo stesso itinerario.
Partenza alle 10.00 di sabato 27 luglio dalla caratteristica piazza di Gressoney-Saint-Jean; si attraversa il paese e si punta decisamente a Nord sulla sinistra orografica del torrente Lys, prima lungo una strada sterrata poi con un bel single track che ci condurrà a Rong e a raggiungere Gressoney-La-Trinité. Passati nel centro del paese, attraversando la piazzetta centrale, si raggiunge l’imbocco del sentiero Walser che ci condurrà nei tipici villaggi di Alpenzù Piccolo ed Alpenzù Grande. Discesa in picchiata verso il fondovalle e dalla frazione Chemonal si prende il sentiero “Passeggiata della Regina” per raggiungere in breve il laghetto di Gover e successivamente il Castel Savoia. Ancora un km di fatica per il rientro all’arrivo posto presso il palazzetto dello sport di Gressoney-Saint-Jean

RUN 4,5 Km

Un circuito riservato a bambini, ragazzi e persone con disabilità lungo un anello di 4,5 km. I minorenni possono partecipare purché accompagnati da un genitore.
Adesione gratuita per disabili.
Minori con un genitore che accompagna: euro 10,00
Il progetto è promosso grazie al coinvolgimento del Consorzio Gressoney Monterosa e dell’Associazione di volontariato denominata LND Famiglie italiane
Adesioni alla Run da 4,5 km solo in loco.

DATI TECNICI 4,5 KM

facebook
instagram