Descrizione percorsi

I percorsi hanno l’obiettivo di mettere in mostra una realtà paesaggistica e culturale unica sulle Alpi nel suo genere.
La partenza dei vari percorsi nel 2020 avverrà da Gressoney-La-Trinité.
Il TRAIL 114 KM ha un dislivello positivo di 8240 m e coinvolge un suggestivo itinerario che abbraccia le valli di Gressoney e Ayas.
Il TRAIL 50 Km ha un dislivello positivo di 3940 m e offre ai partecipanti una cornice incomparabile sul Monte Rosa.
Il TRAIL 20 Km ha un dislivello positivo di 850 m si sviluppa tra i due comuni di Gressoney e attraversa alcune tra le più belle frazioni walser della zona. Il tracciato non competitivo dell’ECO TRAIL segue lo stesso itinerario del Trail da 20 km.

TRACCIATI SU GOOGLE MAPS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 TRAIL 114 km

Visualizza a schermo intero

TRACCIA GPX

ALTIMETRIA

GPS USER MANUAL 1

GPS USER MANUAL 2

Tempo massimo 40 ore

Prima salita per raggiungere l’Alpe Sant’Anna a quota 2170 metri.  Si passa di fianco all’arrivo della funivia per poi raggiungere la fraz. Treielle che si trova lungo la strada poderale che scende fino a Staffal. Da Treille dirigersi verso Nord raggiungendo l’alpeggio di Cortlys. Da qui si prosegue sempre verso Nord in direzione delle sorgenti del torrente Lys fino a quota 2165 dove si imbocca il vallone della Salza. Si raggiunge l’omonimo colle a quota 2882 metri e si inizia a scendere, passando per il rifugio Oreste Hutte, raggiungendo il lago Gabiet. Lo si costeggia sulla sua sx orografica fino al muro di contenimento. Si perde di nuovo quota passando per Eselbode (Gressoney-La-Trinité) e si prosegue verso Gressoney-Saint-Jean sulla sx orografica fino alla fraz. di Rong. Dislivello negativo 855 metri). Da qui si sale fino al passo di Valdobbiola  a quota 2635 metri. Con un breve passaggio in Piemonte si raggiunge l’ospizio Sottile a quota 2488 da dove inizia la discesa fino a Gressoney Saint Jean presso il palazzetto Sport Haus.

PRIMO CANCELLO ORARIO A GRESSONEY-SAINT-JEAN (35 km, 2900 D+) entro le ore 7 di sabato 25 luglio 

Da qui si attraversa la strada regionale, e si prosegue verso sud fino a raggiungere la frazione Woald dove attraversando nuovamente la strada  regionale ci si porta sulla sinistra orografica e si prosegue verso sud fino alla frazione Trino quota 1268. Da qui si sale il Vallone della Forca che porta al passo di Frudiere quota 2265 tramite il quale si entra nella nella valle di Ayas. In discesa si raggiungono i Laghi di Frudiere a quota 2.039 e sempre su sentiero in discesa si passa dalla località Chancharlec a quota 1750; da qui alternando tratti su strada poderale a tratti su sentiero si raggiunge l’abitato di Graines a quota 1390 e più in basso Arcesaz (quota 1150). Ci si sposta sulla destra orografica e si inizia a risalire verso l’alta valle di Ayas passando ai piedi della Testa di Comagna e poco oltre costeggiando il Lago di Brusson. Giunti in località Vollon a quota 1300, si passa nuovamente in sinistra orografica attraversando la Strada Regionale n.45 e si inizia la salita verso l’abitato di Brusson passando per la località Pea a quota 1380 e infine alle scuole ove è alloggiata la Base Vita.

SECONDO CANCELLO ORARIO ALLA BASE VITA DI BRUSSON (59 km, 4100 D+) entro le ore 15 di sabato 25 luglio

Attraversato il villaggio di Brusson ci si dirige verso Est per imboccare il sentiero che, raggiunto il ponte sul torrente Messuere si prende il sentiero che porta agli alpeggi Pacard e Lavassey (quota 2020). Da qui una comoda poderale conduce al Rifugio Arp nella conca dei Laghi Palasinaz (quota 2446). Raggiunti i primi laghi si devia in direzione del Colle Palasinaz a quota 2660 per poi scendere a Champoluc attraverso la valle di Mascognaz e l’omonimo villaggio. Passato il centro del villaggio di Champoluc (quota 1580), si risale brevemente il sentiero verso la località Crest per poi deviare in discesa lungo la poderale che conduce alla località Villy e al punto di accoglienza di Monterosaterme.

TERZO CANCELLO ORARIO AL RISTORO DI CHAMPOLUC (81 km, 5700 D+) entro le ore 22.30 di sabato 25 luglio

Da qui fiancheggiando il torrente Evancon sulla destra orografica si ritorna al villaggio di Champoluc per imboccare il sentiero che porta a Mandrou (quota 1850), l’alpe Chavanna (quota 2020) e il Lago Lo Scien (quota 2290). In discesa si raggiunge l’alpe Nana Inferiore e l’abitato di Saint Jacques a quota 1700. Oltrepassata la chiesetta si risale verso l’abitato di Resy a quota 2080 e poi, percorrendo il sentiero del Tour del Mont Rose (TMR) si passa all’Alpe Mandria e al Lago Ciarcerio (quota 2380). Da qui si lascia il TMR e si scende all’alpe Cazet nel vallone di Contenery (quota 2240) per raggiungere con breve salita l’alpe Belvedere e poi i villaggi di Crest (quota 1930), Frantze (quota 1890) e Cuneaz (quota 2040); da qui l’alta via n. 1 porta al Colle Pinter a quota 2776 verso la Valle di Gressoney. Raggiunto il colle a  quota 2776 metri scendere fino al villaggio Walser di Alpenzu Grande a 1779 metri di quota. Da qui si prosegue verso Nord costeggiando la montagna, si incontra il villaggio Walser Alpenzu Piccolo ed infine si arriva a Gressoney-La-Trinité.

ARRIVO A GRESSONEY-LA-TRINITE’ (114 km, 8200 D+) entro le ore 11 di domenica 26 luglio

 

TRAIL 50 km

Visualizza a schermo intero

TRACCIA GPX

ALTIMETRIA

Tempo massimo 15 ore

Prima salita per raggiungere alpe Sant’Anna  a quota 2170 metri.  Si passa di fianco all’arrivo della funivia  per poi prendere la strada poderale che scende fino in loc. Staffal. Dislivello negativo circa 370 metri. Da Staffal si prende  a sx subito dopo il ponte della strada regionale, per poi iniziare la salita per il Gabiet prendendo a destra dopo il bar Walsertal. Raggiunto il lago Gabiet 2363 metri dislivello, lo si costeggia sulla sua sx orografica fino al muro di contenimento posto a sud. Si perde di nuovo quota passando per Eselbode (Gressoney-La-Trinité) e si prosegue verso Gressoney-Saint-Jean sulla sx orografica fino alla frazione di Rong.1508 metri. Da qui si sale fino al passo di Valdobbiola  a quota 2635 metri. Con un breve passaggio in Piemonte si raggiunge l’ospizio Sottile a quota 2488 da dove inizia la discesa fino a Gressoney Saint Jean presso il palazzetto dello Sport Haus.

ATTENZIONE: CANCELLO ORARIO ORE 14.30

Da qui si attraversa la strada regionale, ci si dirige verso il castello Savoia, si raggiunge lo skilift “Ronken” da dove parte il sentiero che si seguirà fino al colle Ranzola 2171 metri. Da qui si scende fino al laghetto di Gover (Gressoney-Saint-Jean). È il momento di salire la valle sulla destra orografica, passando prima per il Sentiero della Regina, proseguendo fino al villaggio Walser Alpenzu Grande a 1779 metri di quota. Da qui si prosegue sempre verso Nord costeggiando la montagna, si incontra il villaggio Walser Alpenzu Piccolo ed infine si arriva a Gressoney-La-Trinité.

ARRIVO A GRESSONEY-LA-TRINITE’ (50 km, 4600 D+) entro le ore 23 di sabato 25 luglio

 

Trail 20 Km e Ecotrail

Visualizza a schermo intero

TRACCIA GPX

ALTIMETRIA

Si parte verso nord costeggiando il torrente Lys per circa due km fino al raggiungimento di un ponte. Lo si attraversa e si ritorna verso il paese. Raggiunta la strada regionale, la si attraversa, e si segue la strada di fronte all’hotel jolanda fino ad entrare nel prato che ospita l’arrivo della famosa corsa Trofeo Mezzalama. Da qui si raggiunge facilmente Eselbode, e si prosegue scendendo la valle di Gressoney sulla sua sx orografica fino a Gressoney-Saint-Jean. Qui si attraversa la strada regionale per percorrere tutta la via nel centro del paese raggiungendo il laghetto di Gover. Da qui si passa davanti all’ufficio delle guide di Gressoney e si prosegue fino alla strada regionale, dalla quale una volta attraversata si percorre la “Strada Lombarda” che si percorre fino al raggiungere il palazzetto Sport Haus. Si attraversa per l’ultima volta la strada regionale e ci si dirige verso il castello Savoia da dove parte il sentiero della regina. Si raggiunge nuovamente il laghetto di Gover, si prosegue sempre sul sentiero della regina fino alla Frazione Chemonal. Da qui si raggiunge il villaggio Walser Alpenzu Grande, successivamente costeggiando la montagna sempre verso nord si raggiunge il villaggio Walser Alpenzu Piccolo ed infine si torna a Gressoney-La-Trinité.

RUN 4,5 Km

Un circuito riservato a bambini, ragazzi e persone con disabilità lungo un anello di 4,5 km. I minorenni possono partecipare purché accompagnati da un genitore.
Adesione gratuita per disabili.
Minori con un genitore che accompagna: euro 10,00
Il progetto è promosso grazie al coinvolgimento del Consorzio Gressoney Monterosa e dell’Associazione di volontariato denominata LND Famiglie italiane
Adesioni alla Run da 4,5 km solo in loco.

DATI TECNICI 4,5 KM

facebook
instagram